Salta al contenuto principale

Home

Per una professionalizzazione degli insegnanti che utilizzano le tecnologie digitali per sostenere l'autonomia e la cittadinanza

Cos'è il progetto PENSA?

Questo progetto biennale è coordinato dall'Università di Aix-Marseille - Francia. Questo progetto di partenariato strategico Erasmus+ si concentra su due questioni attuali nell'insegnamento superiore e nella società. La prima è il bisogno, osservato durante la pandemia, di formazione e di infrastrutture per fornire un'educazione ibrida, a distanza e/o co-modale (cioè un'educazione in classe consegnata simultaneamente a studenti online). La seconda questione è la necessità di educare i giovani sulle implicazioni dell'uso dei social network (Facebook, Youtube, ecc.) a livello psicologico, sociologico, economico e ideologico. Il progetto PENSA affronta questi problemi con un approccio olistico di apertura, sia nel senso di educazione aperta che di piattaforme open source. Il nucleo del progetto è costituito da 30 insegnanti e formatori di insegnanti di sette università, la maggior parte delle quali fa parte dell'Università Europea CIVIS, di un'associazione accademica e di un'azienda. Nel corso del progetto miriamo a fornire una formazione a questi insegnanti e a raggiungere altri 100 insegnanti con eventi di formazione locali. Gli insegnanti saranno formati per integrare l'insegnamento ibrido e co-modale nelle loro classi, con l'integrazione della telecollaborazione e degli scambi virtuali su argomenti relativi alla cittadinanza digitale. Il gruppo di base implementerà scambi virtuali adottando una pedagogia di indagine o un approccio di scrittura creativa collaborativa. Attraverso queste azioni, PENSA permetterà a 400 studenti in tutta Europa di sviluppare le loro competenze digitali, le loro competenze plurilingui, la capacità di collaborare e il loro apprendimento autonomo.

 

Le produzioni intellettuali

  • una recensione della letteratura sulla formazione degli insegnanti per l'integrazione delle tecnologie digitali e l'educazione alla cittadinanza digitale;

  • un corso open access per la formazione degli insegnanti per le attività pedagogiche descritte sopra;

  • due serie di risorse educative libere per implementare scambi virtuali che adottano sia la pedagogia basata sull'indagine che la scrittura creativa collaborativa;

  • delle funzionalità per le piattaforme di insegnamento e formazione open source, come Moodle, BigBlueButton e Mahara, per rendere queste piattaforme più interoperabili e adatte all'insegnamento co-modale.

 

Risultati attesi

  • migliorare la preparazione digitale nell'insegnamento superiore,

  • contribuire ad un'internazionalizzazione sostenibile fornendo linee guida alle parti interessate e ai decisori per aumentare gli scambi virtuali e la mobilità virtuale,

  • e soprattutto, contribuire a una cultura di apertura, sia tra gli insegnanti per l'educazione aperta che tra gli studenti per la cittadinanza digitale, riducendo l'uso di piattaforme commerciali nell'insegnamento superiore.

 

Partners

Partners associati